Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • affido omoculturale

    Affidamento omoculturale   – minori stranieri non accompagnati – priorità del legislatore con riguardo alla scelta dell’affidamento familiare del minore migrante economico, rispetto all’inserimento in comunità.

     

    L’affidamento omoculturale del minore straniero non accompagnato guarda alla famiglia come risorsa ed insieme come parte fondamentale dell’esistenza del minore:  tale dato risulta evidente nella legislazione italiana in quanto l’affidamento familiare è indicato come soluzione prioritaria dalla legge sull’affidamento L. 4 maggio 1983 n. 184, art. 2 comma 1 e successive modifiche.

    In tali casi la famiglia costituisce un luogo di mediazione tra diverse culture, giacché l’affidamento omoculturale di un giovane viene disposto con riguardo ad una famiglia della stessa etnia, che abbia dato prova di buona integrazione nello Stato ospitante.

    L’accoglienza di questi giovani può risultare un importante mezzo di crescita economico sociale per lo Stato di destinazione se si è in grado di vincere la sfida dell’integrazione sociale ed evitare il forte rischio di devianza cui i minori sono esposti se lasciati senza assistenza e senza validi riferimenti educativi ed affettivi nel territorio.

     

    leggi il provvedimento

    apri documento PDF