Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • ricongiungimento familiare

    Cassazione civile sent. n. 4868 del 1 marzo 2010.
    Diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli stati membri.

    Ricongiungimento – d.lgs. 286/98 – d.lgs. 30/07 – adozione internazionale – istituto marocchino della Kafalah – circolazione e soggiorno in UE.

    L'affidamento in Kafalah non costituisce in capo al Kafil alcun potere di rappresentanza legale né attribuisce a tale soggetto la veste di tutore, realizzando semplicemente un'attribuzione di custodia, a seguito di una determinazione familiare di affidamento omologata da un Tribunale marocchino, un'attribuzione che non può essere assimilata alla nozione di rapporto familiare delineata dal d.lgs 30/2007, di recepimento della direttiva comunitaria 2004/38.
    La clausola del trattamento più favorevole di cui all'art. 28, c. 2 del d.lgs. 286/98 deve essere intesa restrittivamente e dunque solo con riguardo all'ambito delle procedure, cioè delle modalità, di ricongiungimento e  non con riferimento all'individuazione dei familiari beneficiari, che deve pertanto rimanere circoscritta, per i cittadini italiani e comunitari, alle sole previsioni del d.lgs. n. 30/2007.

    Leggi la sentenza.

    apri documento PDF