Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • Decadenza potestà genitoriale

    In data 09/06/09 il Tribunale dei Minorenni di Torino si è pronunciato sulla richiesta di decadenza dalla potestà genitoriale proposta dalla madre a favore del figlio di appena quattro anni. In particolare, il padre si era allontanato da casa rendendosi irreperibile e fin dalla nascita del bimbo non aveva mai provveduto a fornire idonea assistenza sia morale che economica, disinteressandosi completamente del proprio figlio.

    Secondo il nostro ordinamento la potestà genitoriale è un potere riconosciuto ai genitori nell'esclusivo interesse dei figli, nei cui confronti il genitore ha il dovere di mantenimento, istruzione ed educazione (art. 147 c.c.).

    Il Giudice pertanto può pronunziare la decadenza dalla potestà quando il genitore violi o trascuri i doveri ad essa inerenti o abusi dei relativi poteri causando grave pregiudizio a danno del figlio.

    Ai fini della decadenza della potesà genitoriale non è necessario dimostrare una condotta dolosa o colposa imputabile al genitore, ma è suffciente che oggettivamente si realizzi la violazione dei doveri genitoriali e che tale violazione rechi  pregiudizio al figlio.

    Ai fini della decisione del Giudice potranno influire altresì le caratteristiche di personalità, la condotta di vita del genitore, che possano riflettersi negativamente sullo sviluppo del minore, come ad es. abuso di sostanze stupefacenti ed alcolici ovvero inadeguatezza educativa.

    apri documento PDF