Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • trasferimenti immobiliari separazione e divorzio

    Con decorrenza 1 luglio 2010 entra in vigore l'obbligo, sancito a pena di nullità, che gli atti pubblici e le scritture private autenticate tra vivi che abbiano ad oggetto il trasferimento, la costituzione e lo scioglimento di diritti reali su unità immobiliari urbane già esistenti, contengano anche i seguenti dati:
    a) l'identificazione catastale dell'immobile;
    b) il riferimento alle planimetrie depositate in catasto;
    c) la dichiarazione degli intestatari della conformità dei dati catastali e delle planimetrie allo stato di fatto.

    E' quanto prevede l'art. 19, comma 14 del D.L. n. 78/2010, applicabile anche in caso di separazione consensuale e ricorso congiunto per divorzio.
    La disposizione ha sollevato subito vari dubbi interpretativi.
    Alcuni Tribunali richiedono il deposito della suddetta documentazione già all'atto del deposito del ricorso.

    Leggi la norma.

    apri documento PDF