Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • risarcimento separazione

    In caso di separazione dei coniugi, la normativa di famiglia consente come unica misura risarcitoria, in favore del coniuge “incolpevole”, la separazione con l’addebito della stessa all’altro coniuge.
    In realtà, invece, la Giurisprudenza, con un orientamento innovativo e certamente più garantista nei confronti del coniuge “incolpevole”, ha statuito, secondo i criteri ed i principi appresso indicati, che all’interno del ricorso per separazione giudiziale dei coniugi può essere richiesto, dal ricorrente, il risarcimento del danno subito in conseguenza di comportamenti dell’altro che vanno ad intaccare l’in sè della persona e non aspetti marginali della stessa. E’ stato, dunque, giustamente, sancito il principio secondo cui la mancanza di addebito della separazione di per sé non esclude il ricorso allo strumento risarcitorio.

    segue

    l'articolo