Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • omosessualità e affido

    La sentenza in esame ha avuto ampia eco mediatica.
    La Corte ha ribadito il principio secondo il quale la capacità genitoriale di crescere, educare e istruire un figlio non deriva dalle inclinazioni sessuali dei genitori, confermando l'interesse del minore come interesse primario.
    La Corte d'Appello di Brescia aveva rigettato l'appello del padre musulmano, avverso il decreto del Tribunale per i Minorenni che aveva disposto l'affido esclusivo in favore della madre, a seguito del comportamento violento del padre tenuto nei confronti della stessa e della sua convivente, al quale il minore aveva assistito, incaricando i Servizi Sociali territorialmente competenti di regolare gli incontri che momentaneamente dovevano essere protetti, con facoltà di ampliamento in caso di evoluzione positiva della situazione.

    segue.

    leggi la sentenza.

    commento a Cass. 601 11 01 13 Cass. sentenza n. 601 del 11 01 13