Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • Decadenza e sospensione della potestà

  • decadenza potestà

    Decadenza dalla potestà sui figli. Il Giudice può pronunziare la decadenza dalla potestà quando un genitore  viola o trascura i doveri  (art. 47, 30 Cost.) ad essa inerenti o abusa dei relativi poteri con grave pregiudizio del figlio. In tal caso, per gravi motivi, il giudice può ordinare l'allontanamento del figlio dalla residenza familiare, ovvero l'allontanamento del genitore o convivente che maltratta o abusa del minore (comma modificato dall'art. 37 L. 149/01)...

  • condotta pregiudizievole

    Quando la condotta di uno o di entrambi i genitori non è tale da dare luogo alla pronuncia di decadenza prevista dall'articolo 330, ma appare comunque pregiudizievole al figlio, il giudice, secondo le circostanze, può adottare i provvedimenti convenienti e può anche disporre l'allontanamento di lui dalla residenza familiare ovvero l'allontanamento del genitore o convivente che maltratta o abusa del minore. (1) Tali provvedimenti sono revocabili in qualsiasi momento.(1) Comma così modificato dalla Legge 28 marzo 2001, n. 149.vedi Trib. ......

  • decadenza potestà

    Ai sensi dell'art. 330 c.c. la decadenza dalla potestà genitoriale può essere dichiarata dal Giudice qualora un genitore violi o tracuri i doveri nei confronti dei figli minori, ovvero quando non siano rispettati i seguenti precetti normativi:*  art. 147 c.c.: diritto dei figli al mantenimento, istruzione, educazione;*  art. 570 c.p. : sottrazione del genitore all'obbligo di assistenza e mantenimento;*  art. 591 c.p.: abbandono;oppure allorquando un genitore abusi dei relativi poteri (artt. 320, 324 c.c.; artt. 571 e 572 cp) arrecando ......