Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • Affido condiviso

  • affidamento

    Affidamento dei figli – L. 54/2006 regime ordinario – mera conflittualità come causa di esclusione – non sussiste – limite del danno al minore – divergenti prospettive educative –  esercizio separato della potestà – necessità di confronto paritario – rinvio alla mediazione. Corte d'Appello di Genova, Sezione specializzata Minori, Decreto 13/12/2007.   Con la legge 54/2006 il legislatore ha formulato una scelta netta per l’affidamento condiviso, quale regime ordinario, garanzia del principio della bigenitorialità. La valorizzazione del criterio della necessaria pariteticità, ......

  • Corte di Cassazione 26587/09. Esclusione affido condiviso

    Con sentenza n 26587 depositata il 17 dicembre 2009 la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso depositato da un padre che richiedeva l'affidamento condiviso dei figli, opponendosi all'affidamento esclusivo a favore della madre. Tuttavia il ricorrente non aveva mai versato il contributo al mantenimento a favore della prole.La Suprema Corte ha respinto il ricorso affermando che "perché  possa derogarsi alla regola dell'affidamento condiviso, occorre quindi che risulti, nei confronti di uno genitori, una sua condizione di manifesta carenza o ......

  • potestà separata – anna maria occasione

    affido condiviso – esercizio separato della potestà – supporto alla genitorialità – priorità alle esigenze del figlio – decisioni condivise per le esigenze più rilevanti....

  • affido condiviso

    Cass. VI sez., sentenza n. 24526 del 02.12.2010.Genitori naturali – affido esclusivo per obiettiva lontananza – non sussiste – artt. 155 e 155 bis c.c. – principio dell'affido condiviso – derogabile eccezionalmente – pregiudizio agli interessi del minore – necessità di motivazione anche in negativo – inidoneità educativa ovvero manifesta carenza dell’altro genitore.  ...

  • frammentarietà rapporti genitori figli

    Affido condiviso – determinazione di tempi e modalità di presenza dei figli presso ciascun genitore – asserita eccessiva frammentarietà della vita della minore – non sussiste – migliorata qualità del rapporto padre–figlia – prevalenza dell'interesse del minore e del genitore. L’interesse del padre e della figlia a conservare un corretto ed opportuno rapporto di frequentazione prevale sull’eventuale disturbo che consegue alla asserita frammentarietà....

  • affido e lite temeraria

    Tribunale per i Minorenni di Milano, decreto 4 marzo 2011, estensore Mastrangelo.artt. 155–bis e 96 comma 3 c.p.c. – domanda di affidamento esclusivo manifestamente infondata – abuso del diritto – rallentamento dell'amministrazione della giustizia – diritto alle relazioni parentali – diritti costituzionali e fonti sovranazionali – natura sanzionatoria (danno punitivo) – valutazione equitativa – difformità del rito – non sussiste.Decorso un lustro dalla sua prima applicazione, l'affidamento condiviso comincia sempre più ad integrarsi con ulteriori istituti dell'ordinamento giuridico.Nell'ambito del diritto ......

  • doppio domicilio

    Con l'ordinanza presidenziale in commento, il Tribunale di Firenze introduce una nuova e più pregnante applicazione dei prinicipi in materia di affidamento condiviso, andando segnatamente ad incidere non soltanto nell'approccio circa le scelte e le decisioni interenti la vita dei figli, ma anche nell'esplicazione delle attività pratiche e quotidiane di vita nell'ambito della famiglia separata o divorziata.Il legislatore del 2006, come è noto, introduce quale regola generale in materia di affidamento dei figli minori la disciplina dell'affido in via condivisa.Tale ......

  • capacità genitoriale e affido

    separazione con reciproche richieste di addebito – elevata conflittualità – episodi sporadici e temporanei di violazioni di obblighi matrimoniali in uno con l'acuirsi della crisi coniugale – rigetto delle reciproche domande di addebito affido del figlio – ricadute psichiche – CTU – rischi – pesanti ricadute psichiche sul bambino – carente comprensione empatica nei genitori – nondimeno valorizzazione del legame affettivo instaurato – affidamento condiviso – presa in carico del minore da parte del servizio di psicologia clinica – monitoraggio ......

  • vero affidamento condiviso

    Straordinario il decreto del Presidente del Tribunale di Salerno del 18 aprile: nell'ottica di un effettivo diritto del minore all'accesso ad entrambi i genitori, promuove compiti di cura differenziati, a favore di una maggiore assunzione di responsabilità del genitore meno temporalmente presente; supera il concetto del genitore collocatario, riconosce il mantenimento diretto come forma privilegiata e responsabilizzante del dovere di cura.Questo e molto altro nel provvedimento pubblicato, modello di buon governo della crisi della famiglia....