Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • Procedura

  • provvedimenti familiari urgenti

    Per l'inammissibilità dell'art. 700 nel diritto di famiglia. Ogni accertamento patologico del rapporto coniugale va risolto nella sede sua propria, che è quella della separazione personale, e l'eventuale violazione degli obblighi che discendono dal matrimonio viene valutata non ai fini di una pronuncia autonoma di accertamento o di condanna, bensì ai fini di una pronuncia di addebito. Il ricorso ex art. 700 cpc non è consentito in materia di rapporti familiari, dove sono previste solo misure tipiche d'intervento.Trib. Trani, 7/11/2008.Per ......

  • tribunale figli naturali

    CORTE DI CASSAZIONE, Sezione I Civile, Ordinanza 3 aprile 2007, n. 8362(Presidente Adamo – Relatore Giusti)Legge 54/2006 –  Affidamento dei figli – figli naturali e legittimi – riparto di competenze Trib. ordinario e minorile – disciplina unitaria – abrogaz. art. 38 disp. att. c.c. – non sussiste – art. 317–bis c.c. referente normativo dell'intervento giudiziario – principio di responsabilità genitoriale.Tra la norme finali, la novella ha inserito una disposizione che disvela l´obiettivo del legislatore di rinvenire nella separazione dei coniugi ......

  • Scioglimento comunione

    Cassazione civile, sez. I , sent. n. 4757 del 26 febbraio 2010.Procedura di separazione – passaggio in giudicato – omologa – divisione dei beni – presupposti processuali – condizioni dell'azione – art. 191 c.c. – proponibilità della domanda di scioglimento.E' proponibile la domanda di scioglimento della comunione legale anche ove, all'atto introduttivo del relativo giudizio, fosse ancora pendente la causa di separazione personale, ma il passaggio in giudicato della relativa sentenza sia intervenuto anteriormente alla decisione in primo grado sulla ......

  • riparto

    Persistenti difficoltà applicative a seguito del riparto di competenze tra tribunale ordinario e tribunale per i minorenni, come ridisegnato dalla legge 54/2006. genitori naturali – accordo consensuale per la regolamentazione del regime di affido e mantenimento riconosciuto dal Trib. per i Minorenni – ricorso ex art. 148 c.c. per la condanna al pagamento e la modifica dell'assegno – competenza del tribunale ordinario – sussiste.regime processuale: inapplicabilità del rito monitorio – applicabilità del rito previsto in sede di opposizione al 148: ......

  • competenza TO TM

    Regolamento di competenza – istanza di revisione dei soli provvedimenti economici – nuovo riparto ex lege 54/2006 – come interpretato da Cass. ordinanza n. 8362/2007 – decreto del TM – sua modificabilità ex art. 742 cpc – non sussiste – revisione ex artt. 155–ter cod. civ. e 710 c.p.c. – ammissibile – giudice competente: quello della precedente pronuncia – competenza radicata presso il giudice del provvedimento iniziale....

  • concentrazione delle tutele

    Ricorso per la modifica delle condizioni della separazione – ricorso al Giudice Tutelare – atti trasmessi al Tribunale ordinario ex art. 710 cpc – atti trasmessi al Tribunale per i Minorenni per competenza – regolamento di competenza ex art. 45 cpc – situazioni pregiudizievoli per i minori – competenza funzionale del Trib. Minori – "concezione angusta e formalistica" – insussistenza di limiti all'intervento del Giudice ordinario – unico limite: domanda di decadenza della potestà – art. 333 c.c.: competenza esclusiva ......

  • competenza TM TO

    Questione di legittimità costituzionale della nuova fattispecie di legittimazione attiva dei nonni di fronte al Tribunale per i Minorenni: il nuovo art. 317–bis c.c.Possibile contrasto con la delega legislativa, la quale non conteneva direttive riguardanti la competenza.Il silenzio del legislatore delegante come precisa scelta di metodo, equivalente alla competenza del tribunale ordinario. Eccesso di delega; non sussiste.Violazione del principio di concentrazione delle tutele; non sussiste....

  • Sulla obbligatorietà del deposito telematico degli atti. Corte d'Appello di Genova, decreto 4 aprile 2017

    Nel caso in esame la resistente aveva sollevata davanti alla Corte d’Appello di Genovaeccezione in ordine all’inammissibilità del reclamo ex art. 708 c.p.c. in quanto depositato informato cartaceo e non telematico e dunque in supposta violazione dell’art. 16–bis d.l.179/2012.Recita invero l’art. 16 bis del Dl 179/12, convertito in l 221/12 : “a decorrere dal 30 giugno2014, nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al Tribunale, il deposito degliatti processuali o dei documenti da parte dei difensori delle parti ......