Focus

Mission

redazione

archivio

Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia

  • Amministrazione di Sostegno

  • testamento biologico

     Tribunale di Genova, G.T. Monica Parentini, 6 marzo 2009.Direttive anticipate e libertà di autodeterminazione. Pubblichiamo un'interessante pronuncia del Giudice Tutelare del Tribunale genovese che respinge un ricorso per amministrazione di sostegno proposto dalla stessa beneficiaria della misura di protezione, il cui esame aveva evidenziato al giudice una lucida volontà contraria a terapie emotrasfusionali per motivi di fede e la piena consapevolezza dei rischi ai quali l'interessata sarebbe andata incontro.Dal combinato disposto degli articoli 2, 13 e 32 della Costituzione, già ......

  • Amministrazione di sostegno e obbligo del difensore

    Difesa tecnica nei procedimenti di A.d.S.La questione attiene alla necesità o meno del difensore nelle procedure di Amministrazione di Sostegno, analogamente ai procedimenti di inabilitazione e interdizione, quantomeno nella fase di presentazione del ricorso. Nel silenzio della legge si erano creati contrapposti orientamenti, e precisamente:1) la Corte d'Appello di Milano che, contrariamente al G.T. della stessa città, sosteneva l'obbligatorietà della difesa richiamandosi ai seguenti dati formali: – l'art. 82 cpc: salvi i casi in cui la legge dispone altrimenti le ......

  • protezione e consenso

    Cassazione civile, Sez. I, 1 marzo 2010, n. 4866. Dopo l'entrata in vigore della legge n. 6 del 2004, l'interdizione ha ancora uno spazio applicativo per coloro che si trovino in condizioni di abituale infermità di mente che li renda incapaci di provvedere ai propri interessi, quando ciò sia necessario per assicurare la loro adeguata protezione (art. 414 c.c.), dovendosi comunque perseguire l'obiettivo della minore limitazione possibile della capacità di agire, attraverso l'assunzione di provvedimenti di sostegno temporaneo o permanente ......

  • A.d.S. e servizi sociali

    Trib. Modena, 6 luglio 2009, g.t. Stanzani.Secondo la pronuncia del giudice modenese la misura di protezione dell'amministrazione di sostegno non può essere piegata sino a ricoprire ambiti d'intervento tipici e specifici dei servizi sociali. Nella fattispecie concreta il Giudice ha revocato l'originario provvedimento di nomina dell'Amministratore di Sostegno proprio perchè la sua nomina, dopo la disamina svolta dall'avvocato incaricato, risultava non richiesta per l’esigenza di un reale sostegno della persona, bensì per surrogare l'attività dei servizi pubblici....

  • incapacita totale

    Tribunale di Bari Sez. I 09/02/2008 n. 352.Il nuovo art. 404, c.c., colloca in primo piano l’esigenza di fornire un aiuto a chi si trovi in difficoltà, piuttosto che quella di individuare un organo che si sostituisca all’incapace in tutte le scelte relative agli atti in cui si estrinseca la sua personalità. Infatti, gli artt. 4 e 10 della L. n. 6 del 2004, recanti il nuovo testo degli artt. 414 e 432, c.c., introducono rilevanti modifiche alla disciplina “della ......

  • circonvenzione

    circonvenzione di persone incapaci – relazione amorosa risalente nel tempo – elevato tenore di vita e consistenti regalie ed elargizioni alla fidanzata allorché il beneficiante era compos sui – prosecuzione di tali comportamenti nello stato di incapacità – amministrazione di sostegno – costante attività di suggestione e pressione morale – attività di induzione penalmente rilevante – valutata in base allo stato psichico della vittima – sussistenza del reato....

  • amministrazione di sostegno

    Un vero vademecum modello di designazione di amministrazione di sostegno il decreto del Giudice Tutelare del Tribunale di Vercelli, Dott. Carlo Bianconi, che pubblichiamo....

  • perdita della capacità di stare in giudizio

    Amministrazione di sostegno – ove il decreto di nomina preveda il potere esclusivo di rappresentanza processuale da parte dell'amministratore l'apertura della misura di protezione ha effetto interruttivo del processo pendente.Caratteristica dell'istituto è stata rinvenuta nell'essere presidio mobile nel tempo e nella struttura, ablativo della capacità nei soli limiti specificamente e di volta in volta indicati dal giudice tutelare.Non essendo stata regolata la posizione processuale del beneficiario, occorre di volta in volta verificare se, per l'oggettiva estensione dei poteri affidati all'amministratore, ......